I Militari per rifare le strade di Roma: uno schiaffo alle imprese del settore , ai lavoratori e al buon senso. Una scorciatoia inaccettabile in uno Stato di Diritto

Leggo con stupore da ieri che la sindaca Raggi e il governo gialloverde vogliono far approvare un emendamento nella legge di stabilità che consente a Roma Capitale di usare i militari per rifare le strade distrutte della città. É inaccettabile, mortificante che i militari italiani debbano sostituirsi alle imprese del settore e ai loro lavoratori. Quanti posti di lavoro si perderanno ancora ?  I militari e le forze armate possono e debbono intervenire solo in situazioni di grande emergenza come terremoti , catastrofi naturali ecc. non sostituire e coprire le incapacità di chi governa Roma. Perché non si assegnano le gare per il rifacimento delle strade ( 80 milioni ) ? e perché non si assegnano le gare per la manutenzione ( 200 milioni ) . E governano ormai da 2 anni e mezzo. É vero che Roma é in emergenza sulle buche non solo ( vedi rifiuti) e allora il governo dia le risorse necessarie nei prossimi tre anni per poter fare un grande piano di manutenzione urbana e si facciano lavorare le imprese attraverso gare veloci e fatte bene.  Ormai in questa città non ci si può più stupire di nulla . E ogni giorno la Raggi ci lascia basiti. Povera Roma.